La Badia di San Leone a Bitonto

La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica. Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione (art. 9 della Costituzione della Repubblica Italiana).

Ormai da tempo la scuola aperta e sensibile alle problematiche del territorio, ha accolto con grande entusiasmo il progetto sull’adozione di un monumento per dare valore ad un bene artistico e storico, segno del passato tra noi.

Alcuni alunni hanno proposto l’antico monastero di Bitonto, dedicato a San Leone Magno, per conoscere la storia perché risiedono nello stesso quartiere.

Lo scopo è stato quello di riscoprire un monumento di grande valore storico e artistico di rara bellezza che rischia oblio e decadimento.

I docenti hanno accolto la loro richiesta e insieme si sono attivati prima nella ricerca del materiale e poi si sono recati presso la Badia per incontrare Padre Guardiano Pietro Carfagna, al quale è stato esposto il desiderio di rendere dignità ad un bene di tutta la cittadinanza visto prima con occhi distratti.

La storia del monastero è stata ampiamente illustrata da P. Pietro e gli alunni si sono soffermati ad apprezzare la struttura, gli affreschi e in particolare il chiostro che necessita di un riassetto per essere apprezzato al meglio.

Dopo uno studio più approfondito della storia della Badia, i ragazzi con grande emozione si sono prodigati a svolgere con cura il proprio compito loro assegnato. Alcuni hanno creato cartelloni, altri hanno estrapolato immagini da Google Earth, altri si sono attivati nel servizio fotografico e nel montare il video.

Tutti insieme nell’intonare il Gregoriano.

L’opportunità offerta dal Progetto Fondazione Napoli Novantanove ha suscitato negli alunni emozioni che si provano soltanto quando si gusta da vicino qualcosa che è parte integrante della propria città. L’amore per la propria terra nasce anche dalla conoscenza.

Gli alunni della classe 1B riporteranno all’attenzione dei loro concittadini fino al termine della Scuola Secondaria di 1° grado, la storia dell’antico centro monastico sui juris, titolata da Ferdinando d’Aragona Badia reale, fungendosi da guide turistiche nell’evento: “Cortili Aperti” in occasione delle Giornate Nazionali A.D.S.I. (Associazione Dimore Storiche Italiane). Saranno trasmesse alla cittadinanza le notizie relative al monastero illustrando un suggestivo quadro d’insieme.

“Le scuole adottano i monumenti della nostra Italia” - La Badia di San Leone a Bitonto​

Go to top