Funzioni Strumentali al P.O.F.

 FUNZIONI STRUMENTALI

Aree di riferimento

Funzioni

Docenti

1

Realizzazione e gestione P.T.O.F.

coordinare la progettazione e l’elaborazione della pianificazione educativo-didattica;

coordinare la progettazione e l’elaborazione del PTOF;

coordinare le attività del PTOF;

curare le fasi di monitoraggio verifica del PTOF;

individuare standard di qualità per la valutazione del servizio in collaborazione con le altre FF.SS., i dipartimenti e i referenti Intersezione/interclasse.

Di Mundo Rita

2

Autovalutazione di Istituto e valutazione del processo di apprendimento degli alunni:

individuare standard di qualità per la valutazione del servizio in collaborazione con le altre FF.SS., i dipartimenti e i referenti Intersezione/interclasse;

produrre strumenti di autovalutazione e valutazione dei processi di insegnamento/apprendimento;

curare le fasi di verifica del processo di autovalutazione d’istituto e della valutazione del processo insegnamento/apprendimento.

De Chirico Luciana -Valentino Andrea

3

Gestione alunni e integrazione alunni svantaggiati, immigrati, portatori di H, BES, adottati:

collaborare con il gruppo H di istituto e con il gruppo per l'inclusione;

collaborare con i dipartimenti disciplinari, con i consigli di intersezione/interclasse/classe per mettere a punto strumenti validi di osservazione (schede – prove oggettive), adatti alla situazione concreta;

collaborare con il Collegio docenti allo scopo di individuare le strategie metodologico-didattiche finalizzate all’integrazione;

coordinare eventuali acquisti, funzionali alla realizzazione degli interventi programmati nel PEI e nel Piano Didattico Personalizzato;

raccordare la scuola con il territorio, rivolgendo attenzione alla collaborazione e alla mediazione con gli EE.LL., le ASL e le unità multidisciplinari.

Marinelli Serafina – Pantaleo Rosa – Cela Maria Carmela

4

Progetti formativi in accordo con le istituzioni esterne alla scuola (continuità – orientamento - educazioni):

effettuare una lettura comparata della progettazione formativa dei tre ordini di scuola;

formulare proposte da sottoporre al collegio docenti per il piano di intervento per la continuità e l’orientamento;

curare la raccolta di materiali e documentazione;

raccordare la scuola con il territorio;

monitorare gli esiti scolastici degli alunni nei gradi successivi di istruzione.

Migliore Doranna - Muschitiello Maria Rosaria - Rella Loredana

 

Go to top